Monumenti culturali Isola di Pag > Pag

Monumenti culturali

La chiesa è fondata il 18 maggio 1443, con l' intento di farla la cattedrale, vuol dire la sede della diocesi. Però, per le ragioni politiche e storiche, non è mai nominata una cattedrale. Nella chiesa si celebrano le messe regolarmente, e si può visitare ogni giorno.

Il palazzo ducale risale al 15° secolo. Fino al 1905 è stato la sede dell' amministrazione della città e dell' isola di Pag. Vi risiedevano rettori nominati dalla Venezia, con il mandato di 33 mesi, e vi tenevano le sedute il Consiglio della città e il Consiglio dei nobili. Nel palazzo ducale, come il capoufficio con la funzione dell' ultimo rettore paghesano, lavorava il giurista e storico Marko Lauro Ruić.

La torre Skrivanat, o la Torre della città, e l' unica rimasta delle nove torri che circondavano la città di Pag. È costruita nel 15° secolo e serviva da fortezza nella parte nord-ovest della città. Con lo spargimento della terra dattorno, l' altezza della torre è diminuita per cca 2-3 metri. La parte più prominente della torre era una volta bagnata dal mare, e negli intagli nella sua facciata stavano cannoni.

Nel posto dove oggi si trova i palazzo dell' amministrazione comunale della città di Pag, fino al 1905 si trovava la torre ottangolare Kamerlengo. Con la sua costruzione potente, la torre proteggeva l' entrata marina, ciò è occidentale della città. Nella parte meridionale si trovava l' archivio della città, nel 1905 distrutto nel fuoco, insieme alla torre. Frane Budak, il sindaco del tempo, ha rinnovato la torre e vi istituito la sede dell' amministrazione comunale.

La costruzione dei magazzini di sale è cominciata nel 1629, nel posto dove fino allora stava l' abbazia di S. Pietro (il 5° magazzino dalla sinistra). Jerolim Mondala, mercante di Sebenico, ha costruito i primi tre magazzini, e gli altri sei sono aggiunti nel regno austro-ungherese. I magazzini del sale sono un monumento dell' architettura paghesana, unici nel mondo.

Vicino la chiesa di S. Francesco si trovava il monastero – la sede dei francescani venuti a Pag dalla Città vecchia. Il monastero è estinto nel 1785, quando l' ultimo francescano ha richiesto il trasferimento a Sebenico a causa della sua debolezza. Ufficialmente, il monastero è soppresso nel 1795. Nelle stanze abbandonate del monastero si è situata la prima scuola paghesana. L' intero complesso è buttato giù nel 1854. Questa chiesa è l' ultimo residuo della sede dei francescani a Pag.

Il monastero benedettino di S. Margarita è costruito nel 1483. La costruzione era stimolata dal canonico Juraj Slovinja. La chiesa vicino al monastero è costruita dalla famiglia nobile paghesana Mišolić. Vicino alla chiesa si trova una cappella con una tomba.

La chiesa di Sveti Juraj (S. Giorgio), protettore della città di Pag, faceva la parte nord-est delle mura della città. Le messe si celebrano solo occasionalmente in questa chiesa, e più spesso serve come galleria per esposizioni.

  • Monumenti culturali
  • Monumenti culturali
  • Monumenti culturali
  • Monumenti culturali
  • Monumenti culturali